Diritto allo studio: mobilitazione internazionale

Nel 2008, a un anno dalla drastica frenata dei mercati, una finanziaria approvata per decreto in agosto tagliava la formazione pubblica in modo disastroso favorendone l’ uso privato e la dequalificazione. Dopo qualche anno di proclami, precarietà e salvataggi pubblici delle banche, la crisi si sta dispiegando nella sua interezza.
Il futuro, che qualcuno azzarda ancora a prometterci è fallito, saremo più poveri e sfruttati dei nostri genitori, la laurea sarà il cartellino per mettersi in fila per la precarietà a vita.
In Cile, in medioriente, negli Stati Uniti e nel mediterraneo i popoli si sono alzati, hanno occupato le piazze e si sono ripresi quello spazio di libertà che le leggi del mercato ci stanno togliendo.
Nel 2008 il rettore dell’ateneo Davide Bassi, mentre strisciava per raccogliere le briciole delle manovre economiche, dichiarava che il nostro era un’ ateneo meritevole, che chi protestava era un pazzo folkloristico. Dopo qualche anno di aumenti di tasse, mense e trasporti, diminuzione di borse di studio e accordi politici per assoggettare l’università agli interessi politici e privati della provincia, il futuro dell’università trentina appare fosco anche ai più fedeli servitori dell’ermellino accademico.
Una commissione statuto totalmente arbitraria e mal frequentata ha redatto il futuro dell’ateneo e con esso il nostro accesso al sapere.
Banche centrali, fondi internazionali e grandi aziende vogliono eliminare il debito con più libertà: di licenziare, saccheggiare e privatizzare.
Siamo il 99%, l’1% non può più decidere per noi. Invitiamo a partecipare tutte le componenti dell’ateneo.
Questa sera ad ore 18.00 aula 16 (secondo piano) facoltà di Sociologia si terrà l’ASSEMBLEA D’ATENEO in vista del CORTEO STUDENTESCO – PER IL DIRITTO ALLO STUDIO – RIPRENDIAMOCI IL FUTURO!

di giovedì 17 novembre 2011.

L’appuntamento è per le ore 8,30 davanti a Sociologia in via Verdi.

Volantino distribuito dagli studenti di Trento.
______________________

P.S.: la redazione ricorda l’iniziativa di domani 16 novembre in piazza Duomo a Trento, ore 14,00 dove si terrà un presidio con volantinaggio, in difesa dei beni comuni, per la ripubblicizzazione dell’acqua e del settore idrico, in vista della manifestazione nazionale del prossimo 26 novembre a Roma.
Per chi intende prenotarsi sul pullman per la manifestazione può telefonare al 3458839983.

95 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *