Sait: lottiamo per il Contratto di solidarietà

Sait: l’unico vero piano sociale si chiama CONTRATTO DI SOLIDARIETA’ Domenica 8 ottobre 2017 i giornali locali riportavano la notizia che Sait ha deciso di anticipare, rispetto all’accordo della scorsa primavera, la procedura di mobilità per 116 lavoratori. Una scelta inaccettabile dal punto di vista sociale, moralmente riprovevole dal punto di vista politico in quanto scarica sui lavoratori i costi di […]

Continua a leggere

Se il sondaggio sostituisce la lotta…

Oggi sul giornale il TRENTINO veniva riportata la notizia di un sondaggio della Fim Cisl sulla condizioni di lavoro (caldo) in 24 fabbriche trentine dal quale emergeva la denuncia di condizioni di lavoro disagiate rispetto alle alte temperature presenti in fabbrica e della poca disponibilità delle aziende di intervenire per una soluzione del problema. Nei giorni scorsi abbiamo ospitato si […]

Continua a leggere

Glas Müller: dopo la Cgil, oggi il presidio alla Uil

Un gruppo di lavoratori della Glas Müller, dopo il presidio sotto al Cgil di Bolzano del 23 giugno scorso questa mattina hanno replicato il presidio davanti alla sede della Uil di Bolzano. Questo presidio si collocava all’interno dell’iniziativa di sciopero contro un accordo bidone e per chiedere il reintegro del loro compagno di lavoro licenziato dall’azienda per aver scioperato contro […]

Continua a leggere

Il caldo fa effetto ai “sindacalisti”. Ecco come difendersi.

CICLONE FIM TRENTINO, LA PRIMA ONDATA DI CALDO FA EFFETTO AI” SINDACALISTI”. ECCO COME DIFENDERSI. Saranno le continue ondate di caldo che soffocano il Paese e che fanno bollire vivi i lavoratori a far ribollire le idee ad alcuni sindacalisti. E’ di oggi l’articolo uscito nella sezione lettere dell’Adige a firma di Paolo Cagol con il quale il sindacalista degenera […]

Continua a leggere

Confindustria e Papa bastonano CgilCislUil: “inutili e corrotti”

I salari sono bassi, vergognosamente bassi. Anche quei pochi “fortunati” (i giornali padronali ancora scrivono “privilegiati”) che hanno un lavoro da molti anni, e dunque salari fissati da contratti nazionali stipulati in altre condizioni, negli ultimi anni hanno visto bloccarsi la dinamica verso l’alto. Per precari e discontinui, invece, la dinamica è addirittura discendente, quando si passa da un lavoro […]

Continua a leggere
1 2 3 11