I ricchi e…….. i poveri

ma non si tratta di una band musicale In questi giorni degli importanti organi d’informazione ( Bloomerg, tra gli altri ) hanno fornito i dati sulla distribuzione della ricchezza a livello mondiale nel 2017, confermando in sostanza quanto è stato da tempo ribadito dall’ UNIONE SINDACALE DI BASE. 500 persone detengono il 50 % della ricchezza globale dell’intero pianeta, mentre […]

Continua a leggere

Gli aumenti? Sono il frutto delle privatizzazioni

VALANGA DI AUMENTI DI TARIFFE. È LA PRIVATIZZAZIONE. NAZIONALIZZARE CIÒ CHE È STATO SVENDUTO Gas, elettricità, autostrade, persino l’acqua che avrebbe dovuto restare pubblica, con l’inizio dell’anno una valanga di aumenti di tariffe di servizi essenziali per la nostra vita si abbatte su salari, pensioni, redditi popolari sempre più miseri, per chi riesce a metterli assieme. È un salasso terribile, […]

Continua a leggere

Pubblico impiego: un contratto ispirato da odio ideologico

Firmato il contratto funzioni centrali. Usb: un brutto contratto ispirato da odio ideologico Dopo 8 anni di blocco contrattuale e tre giorni di maratona all’Aran alle quattro di questa mattina è stato firmato un brutto contratto per il Comparto Funzioni Centrali, del tutto insufficiente dal punto di vista economico a recuperare anche la sola inflazione registrata tra il 2010 e […]

Continua a leggere

Fiscal compact e povertà di massa

Di Giorgio Cremaschi. Fiscal Compact e povertà di massa: il regime UE dell’usura Nella complice e colpevole disattenzione dei palazzi della politica, in questi giorni a Bruxelles si decide del futuro del nostro paese. L’Italia è il paese UE con il più alto numero assoluto di poveri, quasi 11 milioni. Proprio mentre emerge questo nostro record mostruoso, il governo Gentiloni […]

Continua a leggere

Merito e valutazione dei docenti: contro il bonus

Sta maturando un’ulteriore accelerazione della deriva della scuola pubblica verso la più malintesa delle culture aziendaliste, che prevede la subordinazione a scalare delle professionalità docenti in ordine alla fedeltà alla catena di comando. Anche in Trentino l’introduzione del premio al “merito”, più comunemente noto come bonus, per soli docenti con contratto a tempo indeterminato, sta giungendo a compimento. Il meccanismo […]

Continua a leggere
1 2 3 45