Superare le discriminazione del bonus Renzi

Penso che la decisione del Governo, cosi detto del cambiamento, di togliere gli 80 euro del bonus Renzi, sia oltre che inaccettabile moralmente indecente. Come USB abbiamo sempre criticato la scelta di Renzi di procedere con i Bonus perché frutto di una politica fatta di mance più o meno caritatevoli escludendo i più poveri ed i pensionati. Se poi la […]

Continua a leggere

Di Maio, Marcinelle e i morti sul lavoro

Il ministro Di Maio vicepremier del governo del cambiamento, spinto forse dalla necessità di apparire in occasione della grande manifestazione organizzata da USB dei braccianti del foggiano ha parlato anche della ricorrenza della strage degli italiani in Belgio dicendo: “La riflessione che suscita in me Marcinelle è che non bisogna partire. Non bisogna emigrare e dobbiamo lavorare a non far […]

Continua a leggere

Voucher e decreto dignità

La proposta di riattivare i voucher per il settori dell’Agricoltura e del Turismo avanzata in questi giorni dal ministro dell’agricoltura Centinaio ha trovato l’appoggio di Di Maio, il quale con la stessa facilità con cui il camaleonte cambia colore, lui cambia le sue roboanti dichiarazioni. Solo qualche giorno fa davanti al pressing leghista il ministro del Lavoro e dello Sviluppo […]

Continua a leggere

Polemica Governo/Boeri: “arma di distrazione di massa”?

Oggi la stampa riportava con enfasi la posizione dell’intero governo, Di Maio-Salvini contro il presidente dell’Inps Tito Boeri. La polemica riguarda le posizioni assunte da Boeri sui disoccupati che creerebbe il decreto dignità e sul ruolo dei migranti che sono in contrasto con le scelte del governo. Senza tralasciare la polemica sulle pensioni Come USB abbiamo espresso le nostre valutazioni […]

Continua a leggere

Raider: un suggerimento per Di Maio

Raider. Aziende spagnole di food a domicilio, condannate in Spagna ma protette in Italia L’azienda Foodinho (di proprietà del gruppo spagnolo Glovo) non aveva nessun obbligo di assumerlo con un contratto a tempo indeterminato perchè il raider che effettuava consegne in auto, non era un dipendente subordinato. A decidere così è stato il giudice del lavoro del Tribunale di Milano, […]

Continua a leggere
1 2 3 274