Orvea: accordo al ribasso.

ORVEA8Orvea: Cgil Cisl e Uil siglano un accordo al ribasso.
Nell’incontro odierno la direzione ORVEA si è presentata con un testo ultimativo ed ha imposto, nonostante avessimo ancora degli incontri prefissati (Il 23 e il 27 novembre) la chiusura della trattativa.
Unica concessione alla discussione odierna è quella (bontà sua) di applicare quanto previsto dal CCNL e dalle leggi in materia di lavoro festivo che quindi rimane volontario.
Per il resto nessuna modifica al testo precedente e quindi vengono cancellati importanti istituti normati e diritti conquistati con anni di lotta.
Vengono cancellati i diritti come il limite al trasferimento coatto, l’indennità di trasferta, le pause, l’aspettativa non retribuita, le norme sul tempo parziale, e sui criteri di erogazione del salario.
In sostanza diritti fondamentali come assistere il figlio e/o ammalarsi vengono trasformati in divieti e quindi da sanzionare sul piano salariale con una riduzione del tuo già misero salario.
Peggiora il trattamento in materia di maggiorazioni per il lavoro domenicale, festivo, in materia di ferie, orari personali e di apertura del punto vendita, ecc.;
Sul salario viene introdotto in modo permanete un trattamento discriminante nei confronti dei giovani e dei nuovi assunti e questo per noi è, e rimane, inaccettabile (parità di lavoro parità di salario).
Vengono confermate le soglie di sbarramento e quindi negata la progressività del premio di risultato in coerenza con il miglioramento dei risultati raggiunti

UNA VERA E PROPRIA SVENDITA DEI NOSTRI DIRITTI
I firmatari parlano di sottoporre la bozza ad una specie di referendum al quale come USB Lavoro Privato non possiamo ne riconoscere ne aderire.
Questo non per mancato rispetto della volontà dei lavoratori, ma perché da mesi abbiamo denunciato le ingerenze, le pressioni, ed i piccoli ricatti messi in atto dai vari responsabili aziendali (vedi lettera dei dipendenti delle Sarche) che ci inducono a dire che questo non sarà e non potrà essere un voto libero e convito.
Noi ci siamo riservati di far pervenire ad Orvea le nostre considerazioni e quindi abbiamo convocato per mercoledì 25 un’assemblea di tutti i nostri iscritti e simpatizzanti per decidere come dare seguito alle nostre proposte.

Usb Lavoro Privato e RSA Usb Orvea

437 Visite totali, 3 visite odierne

8 commenti

  • Ezio

    Pur di non lottare …tutto sono disposti a firmare. Questo è l’epilogo dei confederali che hanno scelto di non lottare ma di sacrificare tanti diritti acquisiti dai lavoratori e dalle lavoratrici Orvea in tanti anni di lotta.

  • luciano

    E evidente che sono anche loro nostri nemici come i padroni

  • riccardo

    Provate ad essere un qualsiasi piccolo imprenditore non può ammalarsi non ha un orario fisso niente tredicesima o altre facilitazioni,questo xke ci sono dipendenti che se ne fregano dell azienda x cui lavorano ricordate che se voi dipendenti lavoraste come se l azienda fosse vostra , l azienda cresce e voi avrete sicuro dei tornaconto se voi non lavorate bene l azienda fallirà e voi sarete in mezzo ad una strada allora andate dai sindacati e loro faranno spallucce e vi diranno mi dispiace
    L Italia del lavoro e stata rovinata dai sindacati

    • Ezio

      Mi spiace contraddirti, ma in azienda i lavoratori devono fare esclusivamente quanto ordina il loro capo, anche se sono cose sbagliate.
      Se un’azienda va male la colpa non è dei lavoratori ma dei manager incapaci e spesso corrotti.

  • giovanni

    Riccardo fai confusione fra piccole e grandi aziende.
    Non si può usare lo stesso metro di misura per realtà diverse. E’ il massimo dell’ingiustizia.
    Poi ti ricordo che lavoriamo più dei giapponesi e dei tedeschi.

  • Franca

    Cgil Cisl e Uil ormai sono servi di questo sitema. Senza di loro le aziende non porebbero continuare a sfruttare la gente in questo modo vergognoso.
    D’altronde hanno firmato l’accordo per Expo che prevede il lavoro gratuito.

  • Francesco

    Sindacati venduti. Forza Usb

  • luciano

    Però sarebbe anche ora di ergersi e ribadire che la vita non è solo la realizzazione di se attraverso il lavoro ma la vita è qualcosa di più grande di più profondo!!!la vita è di tutti di chiunque richieda libertà diritti lavoro e rispetto!!!Ormai è una minestra riscaldata troppe volte!!!Vogliamo qualcosa di bello di diverso di nuovo qualcosa che ci renda entusiasti di lottare!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *