“Qui comandano i mercati e il popolo non conta nulla!”

Ora tutto è chiaro, davanti agli occhi, senza veli ideologici che possano mascherare la realtà. Il metodo della democrazia parlamentare, vanto e giustificazione dell’aggressività occidentale contro il resto del mondo, non è più funzionale alle esigenze del grande capitale multinazionale. E quindi va “superata”. La decisione di Sergio Mattarella – impedire l’insediamento di un governo non pienamente controllato dalla Troika […]

Continua a leggere

Cisl, stipendi d’oro che sfiorano 300mila euro.

Espulso il dirigente che ha denunciato il caso Scoppia il caso dei megastipendi alla Cisl. Un ex funzionario del sindacato ha denunciato i mega compensi di alcuni dirigenti dell’organizzazione guidata da Annamaria Furlan e per questo verrà espulso. Nel dossier – rivelato da Repubblica – e firmato da Fausto Scandola un atto d’accusa corredato di nomi e cifre: retribuzioni che sfiorano […]

Continua a leggere

Fermiamo il massacro del Popolo Palestinese

Israele e gli Stati Uniti d’America, festeggiano il 70° anniversario della Nakba palestinese (la Catastrofe), il trasferimento dell’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, riconoscendola come capitale dello stato d’Israele, violando le risoluzioni dell’ONU e della legalità internazionale. Le forze militari israeliane compiono l’ennesimo massacro di donne, uomini, anziani e bambini fra le centinaia di migliaia di palestinesi che pacificamente […]

Continua a leggere

Primo maggio, niente da festeggiare con le stragi sul lavoro

220 omicidi sui luoghi di lavoro dall’inizio dell’anno. Questo è il numero di sangue che accompagna il Primo Maggio secondo l’Osservatorio indipendente di Carlo Soricelli. Che aggiunge che queste sono solo le vittime dell’attività lavorativa in fabbriche, cantieri, campi. Ad esse ne vanno aggiunte altrettante di incidenti “in itinere”, cioè nel trasferimento verso o durante il lavoro. In totale i […]

Continua a leggere

Rapinati per legge

I bambini sono le nuove prede dell’industria della previdenza integrativa. E sono le prede ideali, perché i soldi ingenuamente versati a loro nome da genitori, nonni ecc. resteranno bloccati sotto il controllo di altri per oltre mezzo secolo con un’assenza di trasparenza pressoché totale. Una pacchia per gestori, amministratori ecc. rispetto ai fondi comuni dove invece il risparmiatore può uscire […]

Continua a leggere
1 2 3 9