Inps: i lavoratori non si toccano

Aspettando il tavolo sindacale chiesto da noi il 7/02/2017 su organizzazione degli sportelli al pubblico, carichi di lavoro e benessere organizzativo e quello sulla riorganizzazione delle Sedi territoriali.
Dopo la nostra l’iniziativa pienamente riuscita del 27 febbraio che ha visto la partecipazione di numerosi lavoratori ed è servita a denunciare all’esterno la disorganizzazione che crea disservizi ai cittadini e un’ ambiente di lavoro molto stressante nella Sede Provinciale e nelle Agenzie del trentino, abbiamo notato un atteggiamento di ripicca e quasi persecutorio da parte di alcuni capi ufficio. Ricordiamo al Direttore Provinciale e ai suoi “compagni di merenda” che non siamo in carcere, ne sotto naia, e neppure in qualche sottoscala cinese. Chi pensa a difendere le sue piccole posizioni di potere – derivate da una gestione consociativa che dura da anni – anziché alla soddisfazione del cittadini/utente, ci troverà, da parte nostra, la strada sbarrata.
Siamo stanchi di sentire continue organizzazioni fatte a tavolino su prodotti, monoprodotti e pluriprodotti. Noi non siamo in fabbrica, non produciamo viti o bulloni, ma servizi collegati alla conoscenza di normative e procedure informatiche sempre più complesse e a rilento. Vorremmo ricordare che, tra spostamenti di personale e spostamenti di attività lavorative, gli unici che fino ad ora hanno garantito l’erogazione dei servizi sono stati i lavoratori.
Ci preme chiarire una piccola incomprensione con i lavoratori che occupano le Posizioni Organizzative, e si sono risentiti per i nostri comunicati; vorremmo ricordare che i soldi per tali indennità arrivano dal Fondo di tutti i Lavoratori e non dall’Amministrazione. Inoltre né nei CCNL e nemmeno nei CCNI di Ente vi è il loro esonero dalla produzione.
Ai pochi lavoratori che sono ancora titubanti chiediamo di schierarsi dalla parte giusta, perché i lavoratori sono gli unici veri professionisti del “servizio al cittadino”, e i capetti spesso ricorrono a loro quando hanno difficoltà sull’attività che magari pretendono di dirigere/organizzare.
USB INPS e Federazione Trentino sarà sempre a difesa dei lavoratori, della loro dignità e del loro valore.
Per cui chi subisce dei torti, o pressioni di qualsiasi tipo può tranquillamente segnalarcelo.
USB Inps e USB Provinciale

322 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *