Bolzano, la SAD non versa i contributi inps

SAD TRASPORTO LOCALE, SI MOLTIPLICANO I PROBLEMI, ORA MANCANO ANCHE I CONTRIBUTI PENSIONISTICI.

Già da tempo la condizione dei lavoratori SAD Trasporto Locale di Bolzano sempre più intollerabile; infatti le turnazioni, le condizioni delle residenze, la mancata assegnazione delle ferie, la mancata applicazione della sentenza sui trasferimenti della Ferrovia che da luglio 2016 rimane inapplicata, sono tutte ragioni che hanno portato a scioperare in più occasioni nei mesi passati, con azioni di protesta innanzi a vari enti e alla stessa azienda.
Scioperi che hanno portato la provincia a convocare un tavolo con azienda e OO.SS al fine di trovare una soluzione a tale situazione, e per cui nei giorni scorsi è stata presentata una piattaforma unitaria al fine di inserire dei paletti nella formazione dei turni di SAD.
Turni che ricordiamo per l’ennesima volta, in più occasioni sono in violazione della norma di legge, come ha constatato anche l’ispettorato del lavoro di Bolzano, il quale ha espresso la propria posizione durante l’ultimo incontro in Provincia.
Alla già grave situazione, nella giornata di ieri si è aggiunta un ulteriore problematica, ovvero è emerso che la SAD non ha effettuato versamenti contributivi per varie settimane ed in alcuni casi si sono raggiunti vari mesi e addirittura due anni (2015 e 2016 completi).
Abbiamo provveduto immediatamente ad intimare il pagamento di tali spettanze all’azienda, inviando la comunicazione per conoscenza anche all’INPS, alla quale è stato richiesto di intervenire al fine di regolarizzare la situazione e superare questa criticità.
Mancato versamento contributivo che va ad aggiungersi alle ultime notizie emerse nei giorni scorsi, ovvero della trattenuta in unica soluzione, invece che diviso per i mesi di competenza, delle ore di sciopero effettuate dai lavoratori, della tassazione ordinaria sul premio di risultato il quale dovrebbe godere della tassazione agevolata.
Tutto ciò mostra ancora una volta l’arroganza della dirigenza SAD e pone i lavoratori in una condizione ancora peggiore di quanto già non fosse in precedenza, i quali questa volta si vedono persino un ammanco sia retributivo (decurtazione in unica soluzione ore di sciopero) che raggiunge persino i 600 € sulla busta paga del mese di marzo, e contributivo visto l’ammanco registrato all’INPS.
Di tutto ciò abbiamo già provveduto ad intervenire e se la situazione non sarà regolarizzata siamo pronti a nuove iniziative sia di protesta quanto legali.

USB Trasporti del Trentino Alto Adige

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.