INPS Trento: Vittoria di USB sul Part-time verticale

Con sentenza n.154/2017 del 18/07/2017 il Tribunale Ordinario di Trento “sezione lavoro” ribadisce quello che da anni viene chiesto ai vertici INPS, cioè rispettare le leggi di parificazione tra part-time verticale ciclico e part-time orizzontale, anche per i propri dipendenti. L’INPS è stato condannato al riconoscimento dei periodi di part-time verticale ai fini del calcolo per il diritto a pensione, […]

Continua a leggere

Glas Müller: dopo la Cgil, oggi il presidio alla Uil

Un gruppo di lavoratori della Glas Müller, dopo il presidio sotto al Cgil di Bolzano del 23 giugno scorso questa mattina hanno replicato il presidio davanti alla sede della Uil di Bolzano. Questo presidio si collocava all’interno dell’iniziativa di sciopero contro un accordo bidone e per chiedere il reintegro del loro compagno di lavoro licenziato dall’azienda per aver scioperato contro […]

Continua a leggere

Glas Müller: presidio dei lavoratori sotto la sede della Cgil

I lavoratori della Glas Müller hanno presidiato la sede della Cgil di Bolzano. Ieri 23 giugno i lavoratori della Glas Müller sono scesi in sciopero contro un accordo bidone e per chiedere il reintegro del loro compagno di lavoro licenziato dall’azienda per aver scioperato per di cambiare un accordo che permette alla direzione aziendale di variare a piacimento e senza […]

Continua a leggere

SAD disdetta gli accordi aziendali

Grave provocazione da parte della direzione della SAD che mercoledì sera ha inviato alle Organizzazioni sindacali ed alla RSU formale disdetta degli accordi aziendali in essere motivando tale scelta con l’esigenza di essere competitiva in vista della gara di appalto. Un scelta fatta poco prima della riunione del tavolo tecnico convocato presso l’assessorato per cercare di dirimere la questione degli […]

Continua a leggere

SAD, l’arroganza che nasconde violazioni contrattuali.

Nessun passo avanti al tavolo tecnico convocato in Provincia. Infatti se andiamo oltre le frasi di rito, è emerso chiaramente la posizione intransigente del direttore della SAD il quale con un’arroganza inaudita e nel silenzio dell’assessore si è permesso di definire il comportamento del direttore dell’ispettorato del lavoro come frutto di un paese bulgaro e cambogiano. Solo la reazione del […]

Continua a leggere
1 2 3 6