Tav, via libera del senato. E’ un abominio

notavlavisTav, via libera del Senato, Prc: E’ abominio, vergogna! Ora e sempre NO TAV

Il Senato ha approvato la ratifica dell’accordo Italia-Francia, per la realizzazione della linea ferroviaria Torino-Lione. Per Paolo Ferrero «è un abominio: Trenitalia taglia gli intercity, i pendolari viaggiano in condizioni indegne di un paese civile, la gente non arriva alla fine del mese e lo Stato si permette di buttare miliardi così! Per un’opera inutile, dannosa e che la popolazione non vuole, giustamente, e che serve solo ad ingrassare i soliti noti.
Queste sono scelte dettate unicamente dagli affari che stanno dietro alla Tav e di cui i Senatori dovrebbero vergognarsi. Ora e sempre No alla Tav, noi continuiamo a stare dalla parte di chi si oppone a quest’assurda “grande opera”».
Ezio Locatelli, Prc Torino, aggiunge: «La decisione di trasformare l’accordo Italia-Francia sulla linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione in legge è una provocazione bella e buona, un atto dispotico. Diventa legge un’opera scandalosamente inutile, insostenibile che fa solo gli interessi di un blocco politico-affaristico sordo ad ogni osservazione critica o manifestazione di dissenso.
Con un capovolgimento di ragioni e di senso della giustizia chi punta a distruggere un intero territorio detta legge, chi dissente e difende l’integrità di un territorio viene messo fuorilegge.
Una decisione che indurrà sempre più il governo a rispondere al conflitto in maniera aggressiva, con un inasprimento della repressione. Detto ciò una decisione miope.
A leggi ingiuste che calpestano brutalmente i diritti e gli interessi di una comunità e di un territorio si deve continuare a rispondere con la disobbedienza civile e la lotta».
Partito della Rifondazione Comunista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *