Trentino Trasporti: USB incontra il Comune di Trento

In data 04/09/2019 la delegazione USB Trasporto Pubblico Locale del Trentino ha incontrato presso l’Assessorato all’Urbanistica del Comune di Trento l’Assessore Salizzoni, l’Assessore Gilmozzi e il Comandante della Polizia Locale di Trento dott. Giacomoni.

La delegazione ha potuto esporre le varie problematiche riguardanti

  • la questione delle condizioni lavorative e dell’ambiente lavorativo a cominciare dalle problematiche legate alla viabilità cittadina (fermate non a norma, insufficienti corsie preferenziali, golfi occupati, segnaletica carente ed inadeguata, carenza di pensiline, scarsa illuminazione, sfalcio cespugli in prossimità attraversamenti stradali, ecc) per un miglior servizio all’utenza.
  • la questione bagni, che devono essere a norma e presenti ad ogni capolinea
  • la questione bigliettazione a bordo, chiedendo la necessaria revisione del compito aggiunto di verificatore, garantendo un reale sistema di sicurezza anti-aggressione e non solo di propaganda, adeguando il sistema di bigliettazione a bordo prendendo spunto da quello dell’extraurbano evitando il crearsi di situazioni conflittuali con l’utenza, portando la validità non che durata del biglietto fatto a bordo dalla sola corsa ai 70 minuti e non meno importante la semplificazione del biglietto per i richiedenti asilo, pensando alla possibilità di un blocchetto ad hoc, senza dover compilare manualmente la schedina già in circolazione.
  • L’adeguamento e acquisto dei mezzi rispetto alle avversità di percorso riscontrate nel Comune.

In risposta alla Nostra esposizione, la delegazione istituzionale, ammettendo di aver già analizzato in maniera approfondita e interessata la documentazione da Noi fornita in precedenza alle minoranze Consiliari Provinciali, ci ha rassicurato comunicandoci che sarà loro dovere ed impegno, sfruttando le Nostre considerazioni cartacee in Loro possesso, programmare un progetto complessivo Comunale in otto mesi, dando spazio e sviluppo al trasporto pubblico, intervenendo ove possibile sulla viabilità, revisionando segnaletiche, semafori, aree di fermata, corsie preferenziali e sensi di marcia, decentrando il traffico cittadino attestando i parcheggi fuori dal Centro Storico e organizzando appositi servizi di collegamento urbano. Hanno inoltre parlato di investimenti tecnologici del Comune in semafori intelligenti e sensori, questi ultimi utili per impedire la ormai nota occupazione delle fermate da parte di mezzi non autorizzati. Un’altra novità riguarda lo stanziamento già approvato dal Comune di circa 300000 euro per la creazione di bagni pubblici (tipo quelli di Piazza Fiera). L’Assessore Gilmozzi, date le ormai note denunce fatte dalla Scrivente Organizzazione Sindacale, ci ha garantito che i nuovi bagni pubblici verranno disposti il più possibile presso i capolinea, garantendo libero accesso ai dipendenti Trentino Trasporti. Ove non possibile fare questo, lo stesso Gilmozzi si è fatto carico di proporre quale soluzione, in Consiglio Comunale, la convenzione con i Pubblici Esercizi nelle vicinanze dei capolinea, così da garantire l’utilizzo incondizionato alla consumazione dei gabinetti.

Possiamo solo concludere che per Noi questo incontro è stato positivo e ha dato conferma che la lotta per la propria dignità e i diritti comuni è più fruttuosa che accettare un sistema clientelare. Come USB, infine, abbiamo chiarito che ai tavoli sindacali devono accederVi tutte le rappresentanze sindacali presenti in azienda, evitando i sempre più evidenti apartheid sindacali.

Chi ha orecchie per intendere intenda.

USB Trasporto Pubblico Locale del Trentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.