Porfido: incontro Olivi USB lavoro privato

porfido2Oggi USB assieme ed alcuni lavoratori hanno incontrato l’assessore Olivi sui problemi del settore del porfido.
Olivi ha colto l’occasione per illustrare la sua proposta di legge, che sarà varata dalla giunta provinciale entro la prima quindicina di ottobre dopo un giro di consultazioni con la parti sociali.
I cardini su cui poggia la proposta Olivi, che ci siamo riservati di valutare quando ci sarà consegnato il testo definitivo, poggia su nuove normative riguardanti:
Qualità del lavoro, etica di impresa e responsabilità sociale. Si prevede la presa in capo alla Provincia di nuove responsabilità, dal capitolato e bando tipo, nuovi criteri di assegnazione oltre a favorire i “macrolotti”.
Potenziamento della filiera produttiva e riunificazione della lavorazioni (prime e seconda) in capo all’azienda che ha in gestione i lotto cava, tracciabilità e responsabilità in solido rispetto a lavorazione esterne o date a terzi.
Sul versante della tutela del lavoro sarà costituita un’apposita autority di controllo viene introdotta la clausola sociale in materie di occupazione, applicazione e rispetto dei contratto nazionale e provinciale e regolarità contributiva pena la decadenza della concessione.
Infine la proposta di legge affronta il nodo competenze Asuc / Comuni.
Abbiamo fatto presente alcune nostre considerazioni generali riguardanti, retribuzioni, contratti, ecc.
Poi si sono affrontate le questioni della cassa integrazione e dei lavori usuranti e abbiamo illustrato all’Assessore quanto emerso dall’incontro che a maggio 2016 abbiamo avuto con i Direttore dell’INPS dott. Zanotelli sul problema della cassa integrazione.
Abbiamo illustrato i motivi della nostra contrarietà a ritenere il lavoro sulle cave di tipo stagionale e e all’interpretazione data dall’Inps – applicazione burocratica delle norme – sulla concessione della Cig nel periodo invernale.
Infatti questo modo di operare non tiene conto delle reali condizioni materiali e di rischio malattie a cui sarebbero sottoposti i lavoratori se costretti a lavorare durante l’inverno.
Olivi ha preso atto della nostre considerazioni/proposte e si è riservato una attenta valutazione anche alla luce della delega della provincia in materia di cassa integrazione ordinaria derivante dal patto di Milano. Delega che Olivi si è detto intenzionato a percorrere per dare risposte ai lavoratori del settore porfido.
Infine abbiamo chiesto, dato che l’assessore aveva un altro impegno di aggiornare l’incontro per affrontare i temi dei lavori usuranti, della Cig e le nostre osservazioni sulla sua proposta di legge per il settore porfido.

USB lavoro Privato – il delegato USB Porfido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.