MARCHIONNE E’ NU’ CHIACHIELLO…

“MARCHIONNE E’ NU’ CHIACHIELLO PROPRIO COME LE BALLE DEI SUOI PIANI”
POMIGLIANO: DURA RISPOSTA DELLE DONNE DEGLI OPERAI AL COMUNICATO FIAT

Lapidario e conciso, e certamente chiaro, il giudizio su Marchionne espresso stamattina dalle mogli degli operai della Fiat (Marchionne è nu’ chiachiello”) che hanno partecipato alle riunione unitaria di Slai cobas e Fiom di fabbrica in preparazione dello sciopero e presidi ai cancelli in occasione della due giorni di straordinario (truccato da recupero) prevista per sabato 15 e 22 cm. “Chiachiello” significa bugiardo pubblicamente giudicato che, in quanto tale, non manterrà mai la parola data.
E ne hanno ben donde le donne operaie ad avercela con lui per la ‘balle Fiat’ da sempre annunciate con grande risalto mediatico a sindacati, istituzioni, forze politiche e mai realizzate: balle in cui la successiva sempre smentisce la precedente e così all’infinito. A dimostrarlo basta l’elenco delle ‘balle Fiat’ degli ultimi 10 anni a Pomigliano (ma potrebbe allargarsi a tutti gli stabilimenti italiani):
• 24 aprile 2003 – piano quinquennale di rilancio dell’Alfa Romeo a Pomigliano che doveva rinnovare la gamma della produzioni Alfa con investimenti per 2,5 miliardi di euro (500 milioni all’anno nell’arco del periodo 2003/2007);
• 4 dicembre 2007 – piano straordinario per il rilancio industriale dello stabilimento di Pomigliano d’Arco (a smentita del precedente) con investimenti per 70 milioni di euro (sic);
• 5 maggio 2008 – avvio del Polo Logistico di Eccellenza (sic) di Nola per tutto il centro sud (Pomigliano, Cassino, Melfi, Termoli, Val di Sangro ecc). da 5 anni a Nola non esiste alcuna attività ‘logistica’ e i 300 addetti sono in cassa integrazione senza soluzione di continuità ed alcuna realistica prospettiva. Nemmeno la logistica per la produzione (dimezzata) della Panda passa per Nola. Il 13 giugno scade la cassa per questi lavoratori e manca il rinnovo.
• 26 maggio 2008 – avvio in settembre della produzione della Bravo (mai avvenuta);
• 8 giugno 2010 – produzione futura Panda (280mila vetture all’anno)
• 15 febbraio 2011 – “nuovo” piano di Marchionne illustrato in commissione attività produttiva della Camera, con investimenti per 20 miliardi di euro nel gruppo Fiat
• 16 giugno 2011 – cigs per cessazione attività di Fiat Group Automobiles ceduta a Fabbrica Italia
• 1 febbraio 2013 – fallisce Fabbrica Italia e ricompare Fiat Gruop Automobiles (ancora cigs)
IL TUTTO SI COMMENTA DA SE…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *