Marangoni: Riprendersi il futuro e’ ancora possibile

marangoni2Oltre e peggio di Marchionne potrebbe essere lo slogan riassuntivo di questo ennesimo accordo che i sindacati Cgil Cisl e Uil, sotto la regia di Olivi, si sono arrogati il diritto di sottoscrivere senza nessun mandato e senza nessuna consultazione con i lavoratori.
Infatti le assemblee per la “consultazione” sulla cassa integrazione vengono fatte domani 25 agosto dopo la firma.
Purtroppo non Abbiamo avuto la “fortuna” di conoscere l’accordo nei minimi dettagli (sembra sia top secret) ma da quanto emerge dalle dichiarazioni di stampa rilasciate dagli stessi sindacalisti abbiamo la sensazione che questo accordo lasci mano libera alla Direzione Marangoni per usare la Cigs come meglio crede.
Infatti ai lavoratori Marangoni nel 2014 – con il ricatto occupazionale – è stato imposto un accordo capestro che ha cancellato pause, mensa, ridotto il salario, ridotto il pagamento della malattia, aumentato ritmi e sfruttamento in fabbrica fino all’inverosimile ed ora, la triplice, ha sottoscritto un accordo di cassa che permette a Marangoni di imporre una vera e propria EPURAZIONE dei lavoratori più “ostici e più sindacalizzati”
Ma tutto questo è stato possibile solo perché Marangoni ha potuto contare sull’appoggio dell’assessore Olivi, sulla complicità dei sindacati ma anche sulle troppe paure dei lavoratori.
L’accordo del 18 luglio 2014, l’accordo sulla cassa integrazione, gli oltre 50 licenziamenti (pardon esuberi) dimostrano che con la rassegnazione e la paura non si salva ne il lavoro, ne la fabbrica e nemmeno la dignità.
Come Usb invitiamo i lavoratori a dire basta alle politiche ricattatorie della Marangoni, dire basta con i giochetti dei sindacati confederali sempre proni alla volontà dell’azienda e alle chiacchiere di un assessore al servizio del cavaliere.
Ma nello stesso tempo ai lavoratori diciamo che è ora di alzare la testa e lottare per difendere lavoro e dignità e che la loro rabbia deve trasformarsi in volontà di lotta e non in rassegnazione.
Quei lavoratori che decideranno di dire basta a questa logica arrendevole e sindacalmente suicida troverà in USB un sindacato che sarà pronto a lottare al loro fianco per ridare al lavoro quella dignità (economica e normativa) cancellata dagli ultimi accordi sindacali.
Sconfiggere la rassegnazione non solo è possibile, ma diventa una necessità per difendere il nostro futuro e quello dei nostri figli.

USB Lavoro Privato

2 commenti

  • Luciano Lorandi

    Quello che vale per Orvea,allo stesso modo vale anche per la Marangoni.Per fortuna di quel gruppo di lavoratori all’Orvea ci sono dei lavoratori ,che pur essendo nelle condizioni di tutti(famiglia,figli,ambizioni e passatempi personali)non hanno piegato la testa di fronte alle angherie del NUOVO PADRONE che non a capito ,di certo, che ha trovato sulla sua strada dei lavoratori che non vogliono accettare di fare la fine del topo!
    Allo stesso modo e mi rivolgo ai lavoratori della Marangoni,per far si che qualcosa,magari anche di grosso,possa cambiare c’è la necessità che qualcuno ,da dentro,cominci piano piano ad alzare la testa anche se ciò può significare il dover impegnarsi oltre a quello che si è sempre pensato,in effetti il mondo,in particolare quello del lavoro,è stato “massacrato”,è indubbiamente cambiato,ma ciò non significa che si debba fare gli SCHIAVI A VITA!!!Anzi siamo arrivati ad un punto in cui “disobbedire” è d’obbligo,mettere chiunque in discussione pure!!!
    Altrimenti non possiamo lamentarci di quanto è cattivo il padrone e di quanto è ingiusta questa vita!!
    Se nasci dalla “parte sbagliata del mondo”devi renderti conto che devi lottare tutti i giorni per non “perire”,e perchè è il destino di chi vuole un mondo migliore, lottare tutti i giorni per conquistarlo!!!
    USB è un sindacato che si è formato tra lavoratori,non esistono funzionari o portaborse,tutti lottiamo per tutti,uno dei nostri detti è:NON LASCIAMO INDIETRO NESSUNO che significa massima condivisione e massima disponibilità nei confronti di quei lavoratori/ci che non ci stanno,che vogliono alzare la testa e poter guardare tutti negli occhi(in primis i loro figli),insomma USB non ti molla!!!
    Lo possono dire i lavoratori/ci di ORVEA e se lo vorranno lo potranno dire anche i lavoratori/ci della Marangoni.Oltre le chiacchiere USB c’è!!!!

  • Guido

    Sarebbe interessante conoscere la situazione economica e patrimoniale dei Marangoni, degli anni 2014 e 2015, controllare se il finanziamento PAT è stato rinvestito in azioni tipo A22, Dolomiti Energia (in tutte le sue attività), Terreni agricoli o altre speculazioni. Possibile che il loro patrimonio non sia intaccato mai, anzi gli utili son loro e le perdite si socializzino?
    Hasta la victoria siempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.