Fermiamo il massacro del Popolo Palestinese

Israele e gli Stati Uniti d’America, festeggiano il 70° anniversario della Nakba palestinese (la Catastrofe), il trasferimento dell’ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme, riconoscendola come capitale dello stato d’Israele, violando le risoluzioni dell’ONU e della legalità internazionale.
Le forze militari israeliane compiono l’ennesimo massacro di donne, uomini, anziani e bambini fra le centinaia di migliaia di palestinesi che pacificamente protestavano per affermare il loro sacro diritto al ritorno alle loro case e alle loro terre, dalle quali 70 anni fa, furono cacciati con la forza delle armi delle varie bande terroristiche sioniste, reclamando il loro diritto contro l’ingiustizia storica perpetrata dai sionisti nel 1948. Sono caduti sul terreno 56 civili palestinesi assassinati, tra cui 6 minorenni, un disabile su sedia a rotelle e più di 3 mila feriti. Anche il personale medico-sanitario e i giornalisti, sono stati presi di mira, impedendo loro a soccorrere i feriti.
Il popolo palestinese, è deciso più che mai a proseguire la sua eroica lotta e con un straordinario coraggio a sfidare le barbarie e la brutalità criminale dell’esercito sionista, per affermare il suo diritto alla vita e a vivere in pace e sicurezza come tutti gli altri popoli del mondo. Assicuriamo i governanti israeliani e nord americani che i palestinesi non sono stanchi o disperati e non faranno nel modo più assoluto la fine dei poveri pellerossa.
Chiediamo all’Italia e all’Europa, di adoperarsi per costringere il governo israeliano al rispetto delle risoluzioni dell’ONU, della legalità internazionale e al riconoscimento ufficiale dello stato di Palestina, fattori essenziali per una giusta pace e durevole in Medioriente. Perchè non esiste la pace senza giustizia e non esiste la giustizia senza la soddisfazione dei legittimi diritti del popolo palestinese.
La Comunità Palestinese di Roma e del Lazio, l’UDAP, Unione Democratica Araba Palestinese e l’API, Associazione dei Palestinesi in Italia INVITANO, tutte le forze democratiche italiane politiche, sindacale e della società civile ad uscire dal loro silenzio, indifferenza e manifestare con noi, contro questa ennesima strage
Comunità Palestinese di Roma e del Lazio
UDAP, Unione Democratica Araba Palestinese
API, Associazione dei Palestinesi in Italia
Dott. Yousef Salman
Presidente Comunità Palestinese di Roma e del Lazio
Abbiamo bisogno di ponti e non di muri
نحن بحاجة لجسور وليس لجدران

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *