Tecnici o professionisti dell’insulto ?

Più che un governo di tecnici sembrano dei professionisti dell’insulto.
Insulti che la stampa amica definisce come gaffe.
Forse mi sbaglio ma l’impressione è sempre più forte, più che comportamenti da tecnici i comportamenti dei ministri del governo Monti sembrano quelli di un gruppo di amici al bar.
Prevale su tutti l’atteggiamento spocchioso della Fornero la quale dopo aver fatto la peggior riforma delle pensioni a livello europeo facendo tremare i polsi a milioni di cittadini, e ad oltre 300.000 esodati non trova di meglio che piangere prendendo per i fondelli quelli che a causa della sua riforma devono piangere per d’avvero.
A marzo incapace di sostenere la discussione con un gruppo di precari la Fornero liquidava le richieste di salario minimo insultando le precarie con una frase di disprezzo e snobismo sociale: “…Con un reddito base la gente si adagerebbe, si siederebbe e mangerebbe pasta al pomodoro”.
Ieri a Torino con il suo solito tono arrogante ha sostenuto che “…non conoscono la lingua, neanche la loro, i rudimenti della matematica e anche quando sono laureati le classifiche ci consegnano un mondo sconsolante…” dando sostanzialmente degli analfabeti ai giovani studenti.
Volutamente la Fornero dimentica i tagli fatti alla scuola dai governi che l’hanno preceduta e quelli che l suo governo “tecnico si prepara ad ulteriori tagli all’istruzione (quella pubblica, s’intende). A proposito di analfabeti ricordo alla Fornero che quando le iene sono andata ad intervistare i parlamentari questi hanno risposto con cazzate tipo: il muro di berlino è caduto negli anni 70, oppure che l’America è stata scoperta nel 1600.
Monti invece ha immediatamente fatto proprio il motto dei politici di professione. “La colpa è sempre del governo precedente”
Anche Lui abbastanza smemorato ha cercato di scaricare sui suoi predecessori l’intera responsabilità della pesante situazione sociale, umana e lavorativa dovuta alla crisi.
Se le responsabilità del governo di centro destra sono conclamate, non possiamo dimenticare che la crisi è stata causata dalla speculazione finanziaria di cui Monti era ed è uno dei principali protagonisti ed artefici. Ieri come esponente di primo piano della Goldman Sachs, centro della speculazione internazionale e oggi come presidente del Consiglio di un governo che si è fatto portatore degli interessi delle banche, a scapito di quelli delle famiglie e dei lavoratori.
Il ministro Cancellieri non può essere da meno e se la prende con i giovani mammoni che vogliono il lavoro vicino a casa dei genitori (la cancellieri si riferiva ai figli di Monti assunto in Parmalt o alla figlia della Fornero assunta all’ateneo di mamma a Torino) per non parlare delle dichiarazioni sui “.. giovani sfigati che non sono laureati a 28 anni..”
Altro che tecnici, siamo davanti ad un governo elitario che ragiona come se tutti i giovani fossero aspiranti manager e scienziati (mandiamo ad Harvard anche gli operai della Fiat?). Che disprezza il lavoro stabile e quelli che lo cercano, (magari perché serve loro per ottenere un mutuo) e che sbeffeggia quelli che il lavoro lo cercano. Un governo autoritario ed incapace di dare qualche risposta alla disoccupazione, specialmente quella giovanile, che in 6 mesi è aumentata di 6 punti percentuale arrivando al 36%.
Dulcis in fundo il governo tecnico “incapace” di affrontare lo spending review (tagli alla spesa) chiama i super-tecnici. Mi chiedo: cosa ci fanno i tecnici al governo?
Mandiamo a casa questo governo di ipocriti (sono solo tecnici dell’insulto) e andiamo alle votazioni per dare agli Italiani la possibilità di scegliere il governo che più gli aggrada fuori dai ricatti che provengono dalla Troika e dai suoi commissari a trazione bocconiana.
Ezio Casagranda

[layout show=”2″]

51 Visite totali, 1 visite odierne

2 commenti

  • luciano

    Come si puo’ non notare la spocchia e l’arroganza di questi”tecnici”,e privi di ogni minimo senso delle proporzioni.Se appena toglie un euro a qualche lobbys subito dopo ne toglie “dieci”agli operai e ai pensionati!!!E poi BASTA CON LE RICETTE DI CHI DA CERTI PROBBLEMI NON VERRA NEANCHE MAI SFIORATO e pretende che siamo noi a pagare il prezzo piu’ alto!!!
    BASTA CON CHI,DI FATTO,NON PROPONE UNA VERA ALTERNATIVA E SPACCIA LE VECCHIE RICETTE;CIOE’ QUELLE CHE CI HANNO FATTO ARRIVARE FINO QUI,COME L’UNICA VIA POSSIBILE???Monti fai l’unica cosa seria che puoi fare:DIMETTITI!!!

  • Monica

    Aggiungo anche le offese sui lavoratori esodati. La Fornero ha detto “..agli esodati devono pensarci le imprese. Che tornino a lavorare”. La ministra si dimentica che gli esodati sono figli delle ristrutturazioni e delle chiusure di aziende. Mandiamoli a casa prima che distruggano l’Italia intera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *