Sciopero della scuola – precisazioni

Sciopero del 3 e 9 maggio – Comunicato Urgente

Nei giorni 3 e 9 maggio prossimi è prevista la somministrazione, rispettivamente nelle scuole primarie e nelle scuole secondarie di secondo grado di tutta la repubblica, delle prove INVALSI. I test di valutazione si sono andati confermando sempre più come uno degli strumenti di degradazione dell’insegnamento. Sottraendo potestà progettuale alle/gli insegnanti, l’addestramento ai quiz sta invadendo i percorsi scolastici rendendo gli apprendimenti superficiali, assiomatici e acritici. Con il parallelo avanzare del progettificio le scuole Italiane si adornano di lustrini, si dotano di effetti speciali, si apprestano a prostrarsi alla dittatura della società dello spettacolo.
Inoltre gli impegni connessi e derivanti dalla somministrazione e correzione dei quiz INVALSI non hanno mai trovato un esplicito riconoscimento contrattuale. Sulla professione docente si continuano a accumulare carichi impropri in un ingorgo che sta opprimendo la funzione docente. Per questo motivo confermiamo l’invito a scioperare nei giorni 3 e 9 maggio 2017.
MODALITA’ DI ADESIONE ALLO SCIOPERO
USB p.i. – Scuola aveva indetto uno sciopero di mansione che prevedeva la possibilità di continuare la propria attività di insegnamento rifiutando solo di somministrare le prove INVALSI con la perdita di un’unica ora di stipendio (17,50 €). Per la correzione valeva la possibilità dello sciopero breve delle attività funzionali. Con un intempestivo comunicato la Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali ha però precisato con una determinazione discutibile che la somministrazione delle prove INVALSI si qualifica come “attività ordinaria di istituto” rendendo così illegittimo allo stato lo sciopero di mansione. Tuttavia ha riconosciuto la legittimità “dello sciopero breve della sola attività funzionale alla somministrazione e/o correzione dei test INVALSI, con la relativa precisazione della collocazione oraria dell’astensione (prima ora del turno antimeridiano per la somministrazione e/o ultima ora del turno pomeridiano per la correzione)”.
Pertanto confermiamo l’adesione convinta del personale docente agli scioperi brevi:
delle scuole primarie il 3 maggio 2017,
delle scuole secondarie di secondo grado il 9 maggio 2017 .
Le/gli insegnati potranno astenersi dal servizio la prima ora del proprio orario di servizio o l’ultima ora del turno pomeridiano di servizio per la correzione, oppure da entrambe le ore di attività.
Precisiamo che l’impegno pomeridiano deve essere stato opportunamente convocato e quantificato, cosa che in alcuni istituti non viene fatta. In alcune scuole inoltre è stata adottata la consuetudine scorretta della correzione dilazionata delle prove. In quel caso la convocazione dello sciopero dell’ultima ora risulta vanificata, ma l’attività di correzione, se non prevista fra le attività funzionali opportunamente deliberate in termini specificamente vincolanti dagli organi collegiali, si qualifica come attività aggiuntiva eccedente pertanto non obbligatoria.

Il coordinamento di
USB Pubblico Impiego – Scuola del Trentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.