SBM e USB: oltre la solidarietà

foto 2 presidio SBM ad UNIFARMLa CGIL, a seguito di epurazioni (nel miglior metodo stalinista), espulsioni, fughe da parte di delegati e lavoratori indignati, stufi del comportamento “servile” nei confronti del potere economico e politico; Infatti è firmataria di accordi (con le associazioni datoriali) atti allo smantellamento dei diritti di tutti i lavoratori e le lavoratrici conquistati in decenni di lotte, costringendo gli enti previdenziali al fallimento con milioni di ore di cassa integrazione e mobilità, sottoscritte con leggerezza e disprezzo dei soldi pubblici. L’ozio dimostrato di fronte a riforme mirate allo smembramento dello stato sociale, non convince certamente del contrario, anzi, fa comprendere chiaramente la subalternità al capitale ed al potere politico.
Detto ciò pare evidente che la CGIL si stia sciogliendo come la neve al sole di primavera, diventando un semplice ufficio servizi, in cui le persone si recano solo per svolgere pratiche quali assistenza fiscale e patronale.
Il SINDACATO di BASE MULTICATEGORIALE di Trento esprime la sua solidarietà ai lavoratori e alle lavoratrici usciti dalla CGIL del Trentino per aderire all’USB (Unione Sindacale di Base), comprendendo bene il loro stato, avendo vissuto le stesse problematiche quando nel 2011 alcuni nostri compagni sono stati espulsi dalla FILT-CGIL del Trentino dopo un lungo periodo di angherie.
Auspichiamo una collaborazione con i compagni di USB per costruire un sindacalismo di base forte e unitario, in grado di difendere i diritti soggettivi e collettivi della forza lavoro e di smontare il sindacalismo confederale riducendolo a semplice ufficio di servizi (magari alle imprese!).

SINDACATO di BASE MULTICATEGORIALE

140 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *