Confindustria e Papa bastonano CgilCislUil: “inutili e corrotti”

I salari sono bassi, vergognosamente bassi. Anche quei pochi “fortunati” (i giornali padronali ancora scrivono “privilegiati”) che hanno un lavoro da molti anni, e dunque salari fissati da contratti nazionali stipulati in altre condizioni, negli ultimi anni hanno visto bloccarsi la dinamica verso l’alto. Per precari e discontinui, invece, la dinamica è addirittura discendente, quando si passa da un lavoro […]

Continua a leggere

Un audit per i cittadini

Questo appello proviene dalla Francia per creare una commissione di audit del debito pubblico in grado di visionare come è fatto quel debito, come è stato contratto a favore di chi e di quali interessi. Noi vogliamo fare nostra questa proposta per rivedere in profondità l’entità del debito pubblico italiano accumulato nel tempo per favorire rendite, profitti, interessi di casta […]

Continua a leggere

Il debito non lo paghiamo

Ieri mattina a Trento, davanti alla sede della Banca d’Italia, si sono riuniti i “draghi ribelli”, i quali in mobilitazione verso il 15 ottobre, giornata dell’indignazione europea, hanno ribadito che il debito non sono disposti a pagarlo, che gli unici su cui deve pesare l’ormai incolmabile debito pubblico sono coloro che l’hanno creato: la casta dei politici, sempre pronti a […]

Continua a leggere

Il sergente della BCE

Provate ad indovinare chi ha detto questa frase: “I contenuti della lettera di Draghi e Trichet rappresentano la base su cui impostare politiche per far uscire l’Italia dalla crisi. E’ siderale la distanza tra quelle analisi e ciò che il governo ha concretamente fatto, o meglio non fatto in queste settimane. Qualunque governo … dovrà ripartire dai contenuti di quella […]

Continua a leggere