Glas Müller: presidio contro i licenziamenti

Dopo il licenziamento di un lavoratore nell’aprile 2017 la Glas Müller ha licenziato nel dicembre 2017 altri due lavoratori iscritti al sindacato USB lavoro privato che sta contestando un accordo capestro firmato da Cgil e Uil di categoria. Contro questa iniziativa sindacale l’azienda ha praticato un vero e proprio accanimento disciplinare verso quei lavoratori che non intendevano accettare un accordo […]

Continua a leggere

Glas Müller: presidio dei lavoratori sotto la sede della Cgil

I lavoratori della Glas Müller hanno presidiato la sede della Cgil di Bolzano. Ieri 23 giugno i lavoratori della Glas Müller sono scesi in sciopero contro un accordo bidone e per chiedere il reintegro del loro compagno di lavoro licenziato dall’azienda per aver scioperato per di cambiare un accordo che permette alla direzione aziendale di variare a piacimento e senza […]

Continua a leggere

Sciopero e presidio alla Glas Müller di Bolzano

In questi ultimi mesi la Direzione della Glas Müller, ha deciso di sostituire il confronto sindacale con la repressione per mantenere il suo DOMINIO sui tempi di vita e di lavoro dei suoi dipendenti. No ai licenziamenti, No alla repressione Questo è stato lo slogan che riassume l’iniziativa di sciopero ed il presidio messo in atto da un gruppo di […]

Continua a leggere

Contratto Orvea, la resistenza continua…..

Nei giorni scorsi Usb Lavoro privato e alcuni delegati RSA Orvea hanno distribuito in tutti i punti vendita Orvea riguardante la risposta alla lettera a firma di G. Bertoldi e sulla richiesta di una quota contratto da parte dei tre confederali ai lavoratori Orvea non iscritti ai tre sindacati. Per i costi sostenuti dicono Cgil Cisl e Uil per motivare […]

Continua a leggere

Sciopero con presidio alla Mak Costruzioni

Mak Costruzioni: il ritorno al passato Questa mattina presto davanti alla sede della Mak Costruzioni è iniziato un presidio di solidarietà con i lavoratori in sciopero contro l’arroganza di una direzione aziendale che applica una politica di discriminazione e di vero e proprio accanimento disciplinare nei confronti di alcuni lavoratori, rei secondo questa direzione, di non aver accettato la riduzione […]

Continua a leggere
1 2