Ilva: prima di tutto c’è il diritto alla salute

Come USB abbiamo, sin dal primo giorno, sostenuto la bontà del ricorso presentato dalla regione Puglia dal Comune di Taranto contro il decreto della presidenza del consiglio dei ministri che ha approvato il piano ambientale di ArcelorMittal. La ragione è semplice: Taranto, i suoi cittadini e lavoratori dell’Ilva devono essere tutelati dopo decenni di complicità, omertà scandalose connivenze che hanno […]

Continua a leggere

Ilva, inaccettabile ricatto del ministro Calenda

Ilva, inaccettabile ricatto del ministro Calenda. Prima dei profitti c’è l’uomo Il ministro Calenda ha deciso la sospensione immediata del confronto con ArcelorMittal sulla procedura di cessione del gruppo Ilva tacciando di irresponsabilità la Regione Puglia e il sindaco di Taranto, promotori di un ricorso formale contro il decreto che accoglie il piano ambientale presentato dal colosso dell’acciaio. Il tentativo […]

Continua a leggere

Ilva e Alitalia. Si alla nazionalizzazione, no alla svendita.

Ilva e Alitalia. Si alla nazionalizzazione, no alla svendita. Il 20 al ministero I lavoratori dell’Ilva e dell’Alitalia manifesteranno insieme giovedi 20 luglio a Roma. La mattina del 20 Luglio inizierà infatti il confronto al Ministero dello Sviluppo Economico con la cordata di Arcelor Mittal sul futuro del complesso industriale dell’ILVA e degli stabilimenti di Genova e di Taranto. USB […]

Continua a leggere

Ilva. Il privato uccide e licenzia. E’ ora di lottare

Era lecito aspettarsi ben altra soluzione per la più grande acciaieria d’Europa dopo le ruberie della famiglia Riva. Il piano industriale presentato da ArcelorMittal, ed oggi approvato dai commissari straordinari, è un vero e proprio insulto che andrebbe rispedito al mittente senza alcuna cortesia di circostanza. Esso non rappresenta in nessun modo il dovuto risarcimento per la popolazione tarantina, tantomeno […]

Continua a leggere

Sono le sigarette, vero?!

Il commissario straordinario del governo per l’Ilva di Taranto: «È noto che a Taranto, città portuale, la disponibilità di sigarette era in passato più alta rispetto ad altre aree del Sud Italia dove per ragioni economiche il fumo di sigaretta era ridotto fino agli anni ’70»… Federico 4 anni ricoverato a Parma per un Medulloblastoma, Stefano 8 anni con un […]

Continua a leggere
1 2 3