La provocazione del regime Ucraino

IL REGIME UCRAINO DI POROSHENKO CHIEDE L’ARRESTO DI ESPONENTI SINDACALI E POLITICI ITALIANI USB: lanceremo un appello a livello internazionale contro la provocazione del governo ucraino Si è conclusa la visita della “Carovana antifascista” nel Donbass durata una settimana e che ha partecipato alla festa dei lavoratori del 1° maggio. La delegazione italiana era composta da rappresentanti sindacali di USB, […]

Continua a leggere

1° Maggio: #noinonsiamoinvendita

USB, davanti i negozi Zara di tutta Italia al fianco dei lavoratori #noiNONsiamoinvendita è l’hashtag che accompagnerà le manifestazioni dei lavoratori del commercio aderenti all’Usb che protesteranno il Primo Maggio in tutta Italia, contro l’apertura di negozi e centri commerciali e per potersi riappropriare di una festività che qualcuno vorrebbe sopprimere, finanche nella memoria e nel suo significato più profondo. […]

Continua a leggere

Expo.Il lavoro gratuito e’ sfruttamento

Volontariato e sfruttamento, concetti da non confondere. Per questo l’associazione Forum Diritti Lavoro ha presentato un esposto al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Volontariato all’Expo? No Sfruttamento. Illegale e scandaloso, questo il punto tenuto dall’associazione Forum Diritti Lavoro, che questa mattina ha tenuto una conferenza stampa per rendere pubblica l’avvenuta presentazione di un esposto alla Direzione Territoriale del Lavoro di Milano. […]

Continua a leggere

Le preoccupanti “larghe intese”

La foto che vi mostriamo circola è stata scattata il 1° maggio a Torino e sta circolando su facebook. E’ piuttosto inquietante. Indica un salto di qualità nella strategia di repressione dei movimento. Certo resiste nel tempo e alle profonde difficoltà del movimento operaio. A sinistra qualcuno lo definisce un “rito stanco”. In realtà, il 1° maggio torinese, ha sempre […]

Continua a leggere

1 maggio a Torino: Manganellate a chi protesta

Dosio: Primo maggio a Torino, le manganellate di chi comanda in città Giovani, precari, solidali, irriducibilmente contro sfruttamento, opportunismi e falsità, capaci di immaginare e di volere un altro mondo. Contro di loro si sono scatenate le manganellate di chi comanda Torino, che ha così aperto la campagna elettorale con botte, sangue, arresti. Manganellate a freddo, per sostenere la provocazione […]

Continua a leggere