Sad: L’arroganza di un capo personale

sad_01Nella serata di ieri, USB Trasporti del Trentino Alto Adige avrebbe dovuto tenere un’assemblea sindacale per i dipendenti della SAD Trasporto Locale con residenza a Bolzano, per parlare, come già accaduto in precedenza in altre residenze aziendali, della situazione interna a tale società, con particolare riferimento alla turnistica che a parere della scrivente Organizzazione Sindacale è in netta violazione con quanto disposto dalle vigenti norme di legge, violazioni per le quali sono state effettuate appostite segnalazioni al servizio lavoro territorialmente competente ed al Ministero del Lavoro e delle politiche sociali di Roma.
L’utilizzo della sala autisti era stato ufficialmente comunicato alla società nelle tempistiche prescritte per legge, a seguito di tale comunicazione la società rispondeva esponendo la volontà di non autorizzare tale assemblea perche, a detta loro, USB non essendo firmataria del CCNL autoferrotranvieri, non avrebbe facoltà di convocare assemblee interne, posizione smentita da varie senteze e ordinanze di vari tribunali sparsi in italia.
Come USB, non abbiamo accettato e mai accetteremo direttive comportamentali di padroni o dirigenti aziendali e tanto meno ci facciamo dettare la nostra agenda dagli stessi e ciò teniamo a ribadirlo, in quanto nella serata di ieri un responsabile dell’ufficio personale e rapporti sindacali della SAD, ha avutol’arroganza di irrompere nell’assemblea sindacale convocata da USB, e allontanare Agostini Daniel membro del Coordinamento Regionale USB Lavoro Privato Settore Trasporti, adducendo al fatto che “l’azienda è casa sua”, dimostrando una concezione molto spinta del termine proprietà privata.
Il sindacalista e i lavoratori presenti si sono poi spostati per coninuare l’assemblea sulla strada innanzi al deposito aziendale, lo stesso dirigente, ha seguito il gruppo e si è messo ad ascoltare anch’esso l’evolversi della discussione che era già in corso prima dell’interruzione, a quel punto gli veniva richiesto di allontanarsi in quanto per il ruolo da lui ricoperto, la sua presenza non era compatibile con l’assemblea, a seguito del suo rifiuto di allontanarsi, l’assemblea veniva ulteriormente spostata in un bar della zona.
Tale comportamento mostra in maniera evidente l’arroganza e la supponenza della direzione aziendale ed il fastidio, per non dire altro, che provoca la presenza di USB in SAD Trasporto Locale.

USB Lavoro Privato del Trentino Alto Adige

Un commento

  • giuliano pantano

    E’ una chiara intimidazione ai danni dell’USB. Fare sindacato vero significa scontrarsi, ciò implica coraggio e coerenza. Tutta la nostra solidarietà a Daniel e agli altri lavoratori. Giuliano e Patrizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.