Sacconi:usa la crisi per colpire il lavoro

Mentre il duo Brunetta Tremonti sono impegnati a tagliare diritti e retribuzione degli Statali, eliminare i sussidi agli anziani non autosufficienti, il ministro Sacconi completa il trio introducendo nella manovra di soppiatto l’abolizione dell’articolo 18 ed i licenziamenti senza giusta causa. Infatti nella manovra viene recepito il “metodo Marchionne” attraverso la ratifica gli accordi illegittimi di Pomigliano e Mirafiori, l’adozione […]

Continua a leggere

25 aprile:ora e sempre resistenza

Cancellare le feste del 25 aprile, 1° maggio e 2 giugno significa riscrivere la storia dell’Italia. Non esiste infatti alcuna motivazione economica che giustifichi un simile provvedimento. Anzi, come sottolinea la Federalberghi, si tratterebbe dell’ennesima mazzata al comparto turistico e recettivo colpiti a morte dalla cancellazione delle vacanze brevi. La motivazione vera è il carattere reazionario e antinazionale di questo […]

Continua a leggere

Serve la PATRIMONIALE

Partiamo da un dato. Nè la manovra di luglio né la manovra bis di agosto prevedono interventi nei confronti di quanti vivono di rendita o sono proprietari/detentori di enormi ricchezze. Se escludiamo la parificazione del prelievo sui profitti finanziari alle correnti aliquote europee non è prevista nessuna tassa sulle seconde case, ma soprattutto nessuna tassa sui patrimoni, sulle rendite speculative […]

Continua a leggere

Privatizzazioni: il popolo ha ritirato le deleghe

Con l’alibi della crisi finanziaria e sotto l’egida della Banca Centrale Europea, il Governo Berlusconi ha deciso una manovra da macelleria sociale basata sulle stesse politiche liberiste che hanno prodotto la crisi. In particolare, ha deciso di considerare la vittoria referendaria dello scorso giugno come un banale incidente di percorso che, se impedisce (per il momento) ai poteri forti di […]

Continua a leggere

Draghi e Brunetta, inflessibili ma baby (pensionati)

In questi giorni si parla di aumentare l’età pensionabile e della necessità di assumere scelte rigorose in materia previdenziale (taglio alle pensioni di invalidità, ecc). Trai grandi sostenitori di queste tesi troviamo Brunetta e Draghi che si fanno paladini del taglio alle pensioni e del rigore. Due dei tanti, anzi troppi personaggi della nostra politica  (vedi Amato, eccc) che godono […]

Continua a leggere
1 315 316 317 318 319