Ballarò: Un bavaglio agli indignati

Ieri ho guardato Ballarò, il programma di Floris su Rai 3 dove Sacconi, Renzi a altri hanno discusso sulla situazione politica del momento alla luce della lettera della BCE dopo la manifestazione di sabato scorso a Roma. Devo dire che, senza entrare nel merito, della discussione che ritengo faziosa, parziale e di stampo elettoralistico, la cosa che mi ha fatto […]

Continua a leggere

Sovranità alimentare

Lunedì ho partecipato alla serata organizzata dall’associazione Ya Basta sui temi dell’acqua, dell’ambiente e dei beni comuni. La serata aveva come relatrice Mercedes Ozuna – Promotrice dell’Assemblea nazionale vittime ambientali (ANAA) in Messico. Fermare il riscaldamento del pianeta, la distruzione dei terreni agricoli per la sovranità alimentare. Sono questi alcuni temi su cui si è soffermata la relatrice che ha spiegato […]

Continua a leggere

Per guardare avanti

Pubblico questa riflessione prodotta dalla redazione di global project. Sono spunti assolutamente condivisibili da utilizzared pdr continuare la discussione tra di noi. La redazione del Blog Mentre scriviamo è in corso una maxi-operazione delle forze dell’ordine, con perquisizioni e arresti. Quando tutto sarà finito, il piano della discussione sarà un altro: con buona probabilità si restringeranno gli spazi di libertà […]

Continua a leggere

Indignati: Non ci fermeranno

La manifestazione di ieri a Roma che ha portato in piazza centinaia di migliaia di lavoratori, studenti, disoccupati, pensionati, casalinghe, cittadini comuni. Una manifestazione che ha visto marciare assieme, pacificamente, il popolo dei referendum, che hanno portato in piazza la lor determinazione nel chiedere il rispetto del voto popolare, ai terremotati dell’Aquila che chiedevano giustizia e la ricostruzione della loro […]

Continua a leggere

Un popolo nelle piazze del mondo

Domani 15 ottobre in 45 città del mondo il popolo “indignato” scende in piazza in una delle più grandi manifestazioni di protesta mondiale dopo quella della pace del 15 febbraio 2003 contro la guerra in Iraq. Scendono in piazza per chiedere democrazia partecipata, giustizia sociale e di non pagare il debito causato da una crisi crisi finanziaria voluta dalle banche […]

Continua a leggere
1 302 303 304 305 306 315