Capitalismo e flexicurity

E’ singolare notare come nelle attuali condizioni di crisi economica causata dal capitalismo alcuni rappresentanti politici si ostinino a sostenere la necessaria riforma del mondo del lavoro. Qualcuno sostiene che i giovani non trovano lavoro perché chi ha ancora la fortuna di lavorare è un privilegiato, uno che non può lamentarsi. Se poi chi lavora è assunto a tempo indeterminato […]

Continua a leggere

Rilasciate il titolo di soggiorno

Giovedì 22 dicembre in piazza Pasi a Trento si è svolto un presidio contro il razzismo in solidarietà con gli immigrati, vittime di una violenza razzista che, come nel caso di Firenze, si è trasformata in violenza omicida. Rosarno, Roma, Torino e Firenze sono le punte più violente di una cultura razzista che cova, in forme più succubi ma poer […]

Continua a leggere

Fiom espulsa, salari in calo, morti sul lavoro in crescita

Federmeccanica, con un lettera datata 13 dicembre revoca alla Fiom i fondamentali diritti e agibilità sindacali. Il più grande sindacato metalmeccanico sarà escluso dai tavoli negoziali, non potrà convocare assemblee retribuite, affiggere comunicati nelle bacheche sindacali, riscuotere i contributi delle deleghe sottoscritte dai propri associati. Ieri Finmeccanica, proprietà al 100% del Governo, sottoscrive un accordo separato con Fim e Uilm […]

Continua a leggere

Porfido: una ricchezza pubblica gestita da privati

Abbiamo partecipato, sabato 17 dicembre, al convegno ”Quale futuro per l’industria del porfido” , organizzato dalla lista “Lavoro per la Valle di Cembra” presso il museo del porfido di Albiano. Scriviamo queste brevi considerazioni nella speranza che possano essere un utile contributo, sebbene con una prospettiva un po’ diversa rispetto agli interventi della serata, e anche se avremmo preferito poter […]

Continua a leggere

La cortina del silenzio stampa (libera?) sul TAV

Ricevo sall’Associzione IDRA di Firenze che da anni si batte contro il TAV una nota che fa accapponare la pelle ad ogni democratico. La redazione ha deciso di rendere pubblica la denuncia di IDRA perchè appare chiaro  che siamo davanti ad un attacco alle libertà di informazione intesa come diritto dei cittadini ad essere informati. Purtroppo da molti intesa come […]

Continua a leggere
1 288 289 290 291 292 311