Lavoratrici Malgara incontrano il sindaco

MalgaraGiovedì 27/08/2014 ad ore 18:30 si è tenuto, presso il Comune di Avio, un incontro al quale hanno partecipato una trentina di operaie Malgara, Ezio Casagranda e Federico Menegazzi sindacalisti USB Lavoro Privato e Slai COBAS, il Sindaco Sandro Borghetti e il Vice Sindaco Federico Secchi.
Nell’incontro richiesto con urgenza, non solo dalle operaie ma anche da Sindaco e Vice Sindaco, si è discusso di alcune procedure necessarie per il rientro immediato delle paghe dei dipendenti. Lo Slai COBAS ha chiesto un impegno vivo alla rappresentanza comunale nell’attivare mediante la Cassa Rurale di Avio la cessione del credito, organizzando un incontro a tavolino tra Assessorato al Lavoro della Provincia Autonoma di Trento, Giulio Malgara, rappresentanza sindacale Slai COBAS e la stessa rappresentanza comunale. La cessione del credito altro non serve che a garantire la copertura immediata da parte della Cassa Rurale delle tre mensilità ancora non pagate.
A fronte di questa proposta, Borghetti e Secchi, si sono resi più che disponibili ad organizzare un incontro entro inizio settimana con la Cassa Rurale di Avio e hanno garantito un contatto immediato con l’Assessorato al Lavoro.
Offrendo la loro presenza istituzionale e solidarietà umana, Sindaco e Vice, infine si sono impegnati a sollecitare l’intervento dell’Assessorato del Lavoro nel richiedere a Malgara la situazione economico finanziaria dell’azienda e per conoscenza, se esiste, un piano industriale di rilancio tale da permettere il mantenimento dei livelli occupazionali ed il regolare pagamento delle retribuzioni dei dipendenti.
Le operaie infine hanno lamentato l’atteggiamento discriminatorio dell’Azienda nel pagare gli stipendi solamente ad alcuni dipendenti, creando in tal maniera gravi disuguaglianze e l’improvviso aumento alienante, ingestibile, dei cicli produttivi su macchine logore.

RSU Slai Cobas – Slai Cobas e USB Lavoro Privato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.