Integrativo Aquafil: comunicato RSU Usb e Uiltec

aquafilConsci della difficile situazione a seguito delle posizioni della direzione Aquafil non è ne semplice ne di facile soluzione ribadiamo la convinzione che non è rinunciando alle richieste unitariamente avanzate che si tutelano i lavoratori.
Di seguito il comunicato delle RSU USB e UILTEC Aquafil di Arco in relazione al prossimo incontro con la Direzione aziendale.
La redazione
INTEGRATIVO AQUAFIL:APPELLO ALL’ UNITA’ SINDACALE
La RSU di Aquafil (eletti nelle liste di Uiltec Uil e Usb Lavoro Privato ) con il totale appoggio di Uiltec Uil e Usb, dopo più di un anno dall’elezione della nuova RSU ( 4 Cgil 3 Uil 3 Cisl 2 Usb ) vista la situazione attuale e dopo le assemblee di dicembre lancia un appello ai componenti Rsu eletti nelle liste Filctem Cgil e Femca Cisl e ai Segretari di Filctem Cgil e Femca Cisl.
Dopo un anno impiegato a costruire un difficile equilibrio tutto è crollato di fronte ai No di Aquafil alla piattaforma condivisa che aveva il compito di negoziare il ripristino di quanto perso nel 2013 con i famigerati accordi che riducevano il costo del lavoro mediante la trasformazione di elementi retributivi di secondo livello in elementi variabili. Il risultato è che le categorie più svantaggiate ( poco meno della metà dei 560 dipendenti di Aquafil ) hanno ancora nel 2016 una paga oraria inferiore a quella del 2012 e soprattutto aver posto come variabile di 85/115 euro una sola ora di malattia ha fatto crescere il malumore tra i lavoratori.

Questi ed altri punti erano i punti della piattaforma condivisa.
Il NO di Aquafil, prima ancora di essere discusso ed analizzato dentro la RSU e con i lavoratori, è stato usato come pretesto per dividere la delegazione sindacale e per generare confusione tra le maestranze. Le RSU di Cgil e Cisl hanno indetto un referendum in solitaria che di fatto presenta elementi di illegittimità e che di fatto non è vincolante.
Il 12 di Gennaio vi è un ulteriore incontro con Aquafil.
Chiediamo al Segretario di Filctem Cgil e alla commissaria della Femca Cisl di rispondere alle numerose richieste di incontro fatte (senza risposta da Ottobre ) per provare a trovare un punto di comune intesa prima dell’incontro del 12 Gennaio.
Siamo convinti che uno sforzo comune possa dare forza alla delegazione sindacale per recuperare quanto perso con gli accordi del 2013.
Altre aziende della zona hanno avuto il coraggio di concordare che sopra un determinato risultato economico l’ azienda avrebbe restituito quota parte di quanto perso.
E dato che l’ EBITDA e il fatturato di Aquafil hanno fatto 3 anni di record riteniamo che una parte degli ottimo risultati vada divisa con i lavoratori non solo tramite dei premi che Aquafil ha dato ai preposti.
Attendiamo risposta al nostro appello.
RSU USB e Uiltec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.