Chi governa la citta’ di Trento?

AntifascismoRiportiamo questa nota di Antonia Romano, consigliera comunale per L’Altra Trento ci invia questa nota che volentieri pubblichiamo e nello stesso poniamo a tutti i lettori e le lettrici la seguente domanda:
Ma chi comanda realmente a Trento ??
Noi ci saremo presenti al momento della presentazione della mozione contro i fascismi per testimoniare che la resistenza contro il fascismo non retorica ma impegno quotidiano a va ben al di la delle celebrazioni del 25 aprile.
La redazione

Care e cari ieri si è consumata una delle peggiori pagine della politica attuale nella città di Trento.
La maggioranza di “centrosinistra autonomista” in totale sudditanza rispetto alla destra e ai fascioleghisti ha annullato ciò che era stato legittimamente, come dimostrato da un parere tecnico depositato ufficialmente dalla segreteria generale, e ha inviato Coradello a rappresentare le minoranzè nel Consiglio delle Biblioteche di Trento.
Nelle settimane precedenti mi ero opposta fermamente alla sua nomina perché Coradello è un fascista negazionista, creazionista, omofobo nel senso letterale del termine, sessista. Ero riuscita a farmi votare a larga maggioranza.
Senza alcuna legittima motivazione, infatti ricorrerò al TAR, la delibera con la mia nomina è stata revocata con ben 25 voti a favore.
Oggi farò una conferenza stampa per denunciare chi realmente governa la città (i fascioleghisti), per denunciare lo stato di confusione politica e mentale in cui versa il centropseudosinistra.
Manderò un comunicato al consiglio delle biblioteche.
Ritenevo opportuno informarvi e aggiungo che quando si discuterà la mozione che io ho presentato contro i fascismi i leghisti minacciano di portare in aula quelli di casa pound.
Non so esattamente quando sarà discussa perché l’organizzazione del consiglio non è il massimo, ma vi chiederei di esserci a sostenermi anche solo con la vostra presenza in aula.
Ovviamente si può pensare anche a un volantinaggio il pomeriggio prima del consiglio tra piazza fiera piazza duomo e via Belenzani.
Come altra Trento a sinistra lo faremo, ma sarebbe un valore aggiunto se fosse organizzato all’interno della rete contro i fascismi.
Ciao Antonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.